Occultamento e distruzione
delle scritture contabili

(art. 10)

Descrizione della Fattispecie di Reato

Il reato di occultamento e distruzione delle scritture contabili può essere commesso da chiunque, al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, ovvero di consentire l’evasione a terzi, occulta o distrugge in tutto o in parte le scritture contabili o i documenti di cui è obbligatoria la conservazione, in modo da non consentire la ricostruzione dei redditi o del volume di affari

Sanzione Prevista

E’ la reclusione da 3 a 7 anni (fino al 24 dicembre 2019 reclusione da un anno e sei mesi a sei anni).

Nota Bene

Si osservi che l’impossibilità di ricostruire i redditi ed il volume d’affari non deve intendersi in modo assoluto essendo sufficiente un’impossibilità relativa che sussiste anche se a tale ricostruzione si possa pervenire altrimenti.

Intercettazioni delle conversazioni?

Custodia cautelare in carcere?

 E’ prevista la responsabilità amministrativa della società

Poiché dal reato non necessariamente deriva direttamente un profitto è discussa la possibilità di procedere alla confisca in caso di condanna, mentre la confisca per sproporzione non è ammessa.

Reato non sanabile

https://www.avvbrunocervone.it/wp-content/uploads/2020/03/logo-site-avv-cervone-mainlogo.png
80143 Napoli
penaletributariocer@libero.it
brunocervone@legalmail.it

CHIAMA ORA

La virtù della giustizia consiste in moderazione, come regolato dalla saggezza. Avvocato Bruno Cervone

Copyright © AvvBrunoCervone 2020